Stress sintomi: 2 cose che non sapevi

Stress sintomi

Ciao e benvenuto in questo nostro nuovo articolo, oggi vorremmo parlare degli stress sintomi nonché dei sintomi stress. Andremo a vedere infatti tutti sintomi da stress da cosa sono causati e come si può intervenire su i sintomi dello stress.

Devi sapere che molte volte lo stress è la causa di tutti i tuoi problemi fisici e mentali. Infatti quello che bisogna sapere è che lo stress è nocivo in ogni sua forma e andare a colpire più cose contemporaneamente.

Esistono molte cose che possono andare a influenzare una condizione o situazione di stress. La fonte potrebbe derivare dall’organizzare una festa di compleanno, ma anche presentare un potenziale progetto sono tutte fasi di stress che una persona può vivere durante la giornata e la vita.

Ma il nostro organismo riesce comunque a compensare tutti questi problemi che vanno ad influire su i nostri stati emotivi che posso causare stress e tutti i sintomi dello stress.

Ma questo a lungo andare potrebbe compromettere significativamente il nostro organismo. Infatti come affermano anche gli esperti una persona sottoposta a un continue tensione e un ritmo di vita sregolato potrebbero soffrire di stress cronico che è nocivo sia per il corpo che per la mente.

Gli stress sintomi che possono manifestarsi a livello fisico sono: emicrania, problemi circolatori, tachicardia, dolori allo stomaco, contrazioni, disturbi vari della digestione, disturbi del sonno e a volte anche capogiri.

Mentre per quanto riguarda gli stress sintomi a livello psichico sono: nervosismo, irritabilità, senso di impotenza e affaticamento, pessimismo, scoraggiamento, difficoltà di concentrazione, smemoratezza e difficoltà ad affrontare situazioni nuove.

Sintomi stress: cosa cambia nel corpo e le conseguenze

Lo stress può portare a un cambio di comportamento che spesso può generare anche conflitti di coppia o sul posto di lavoro. Una persona stressata è facilmente irritabile, ma anche aggressiva e diffidente, solitamente tede a chiudersi in se stessa e non riesce a comunicare correttamente.

Questo può generare anche un comportamento autolesionistico come per esempio la rinuncia alle pause, un’alimentazione malsana e a volte anche l’abuso di alcool.

Lo stress cronico a lungo termine può portare a gravi patologie come malattie cardiovascolari, infarti, aritmie cardiache, ulcera gastrica, diabete, depressione e anche un forte senso di ansia inspiegata. Tutto questo comprende anche livelli di cortisolo nel sangue molto alti che sono altamente pericolosi e nocivi, il cortisolo è conosciuto anche come ormone dello stress.

Una quantità elevata di questo ormone nel sangue a lungo andare può anche portare a patologie croniche che possono degenerare in cellule tumorali.

La sensazione di spossatezza a livello fisico e mentale possono portare a pensare alla sindrome di burnout, cioè un esaurimento a livello emotivo. Questa sindrome colpisce in particolare le persone perennemente impegnate a livello lavorativo. Cadere in burnout è la conseguenza di un processo subdolo di cui chi ne soffre molto spesso è inconsapevole.

Altri indizi per capire gli stress sintomi sono caratterizzati dall’indifferenza, distanza e cinismo nei confronti del lavoro, dei clienti o dei pazienti ma porta anche alla sensazione di non essere produttivi malgradi gli sforzi compiuti. Di conseguenza deriva una perdita di fiducia nelle proprie capacità.

Come nascono i sintomi da stress?

La parola stress ormai è conosciuta da tutti e molte volte viene impiegata da qualsiasi persona anche in modo improprio. In origine questa parola era legata alla fisica, ma come la parola resilienza ad oggi viene molto più utilizzata.

Inizialmente, in fisica, veniva fatti degli studia da alcuni scienziati che sottoponevano un materiale a forze potenti per vedere quando si deformava. In questo processo è stato coniato il termine stress. Che dall’inglese vuol dire sforzo, sollecitazione, tensione o resistenza.

Un’elevata pressione attuata sull’uomo porta a gravi conseguenze, questo è stato dimostrato nel 1930 dallo scienziato e biochimico Hans Selye, considerato in pratica, il padre della ricerca sullo stress. Lo scienziato ha sviluppato anche la sindrome generale di adattamento.

Secondo la sindrome di adattamento un organismo sottoposto a stimoli stressanti come per esempio il rendimento, il carico psicologico o rumore eccessivo reagisce con una resistenza maggiore. Ma questo a lungo termine può portare anche a delle lesioni corporali gravi che a volte possono risultare mortali.

Il processo di stress può cominciare con la necessità quotidiana di fare un notevole sforzo anche solo per alzarsi dal letto e solitamente si sente la necessità di una bevanda eccitante come per esempio il tè o il caffè. Ma durante la giornata da queste bevande si cerca anche un aiuto, quindi si continua a bere eccitanti per contrastare il disturbo.

Verso il pomeriggio e la sera si inizia a sentire un senso di forte affaticamento e molto spesso si cede ad abitudini serali malsane che portano a un consumo eccessivo di alcool.

Cos’è lo stress e come si riconoscono i sintomi dello stress

Quando si è in un momento della vita di forte stress il corpo fa di tutto per reagire a questo stato di allarme. Il meccanismo del corpo è del tutto sensato ma a patto che lo stato di allarme prima o poi si spenga.

Lo studioso dello stress Hans Seyle, fondatore della ricerca moderna sullo stress, dice che solo i morti non hanno stress. Questa non è altro che una provocazione, ma ci fa capire come lo stress in realtà faccia parte della vita e a volte ha anche i suoi lati positivi.

Grazie allo stress, infatti, si riesce ad affrontare le difficoltà e questo assicura dei momenti di felicità, quando il momento brutto è passato. La sensazione di felicità dopo un momento stressante viene definita eustress dagli scienziati.

Il distress rappresenta, invece, lo stress emotivo che pesa ad un individuo. Ancora non esiste un unità di misura che possa misurare il livello di stress a cui un individuo è sottoposto.

Ogni persona può reagire allo stress in maniera completamente differente l’uno dall’altro, la percezione soggettiva degli stress sintomi infatti c’è chi vive positivamente la sfida che si presenta e chi invece viene letteralmente sopraffatto dalla situazione.

Ma come è cambiato nel corso degli anni lo stress e i sintomi stress, si sono fatti passi avanti nella ricerca o tutto è rimasto così com’è.

I mutamenti degli stress sintomi

Da moltissimo tempo le persone conoscono l’effetto dello stress sul corpo, ma tuttavia ad oggi l’effetto è sempre lo stesso e rimasto invariato, fortunatamente. Quando il corpo sente il pericolo, di riflesso tutto l’organismo mette in moto tutte le sue forze per combattere o fuggire alla situazione stressante.

Per fare questo esistono due meccanismi. Vengono inoltre attivati gli ormoni dello stress come adrenalina e la noradrenalina questo comporta un accelerazione della respirazione e del battito cardiaco, di conseguenza sale anche la pressione arteriosa e diminuisce la sensibilità al dolore.

Una volta che il pericolo viene scongiurato il corpo si rilassa e torna tutto alla normalità. Se invece il corpo continua a sentirsi minacciato da una determinata situazione avverrà la produzione di cortisolo che gli garantisce una prontezza all’azione.

Questi sono assolutamente meccanismi del corpo del tutto sensati, che non vanno a procurare danni all’intero organismo. A patto però che il corpo torni al suo stato normale rapidamente e in poco tempo, in un certo senso si può dire che i nostri antenati sono stati più fortunati di noi in quando potevano superare lo stress molto più rapidamente di noi.

Dopo che sfuggivano ad una situazione pericolosa in cui bisognava scappare o lottare seguivano delle fasi di calma e rigenerazione. Quello che invece porta tutti gli stress sintomi ad oggi non richiede più un intervento diretto del corpo.

Infatti molte volte l’organismo resta pronto ad entrare in azione e questo non va molto bene.

Sintomi stress le varie fasi del distress

Dopo la prima fase del distress che è quella in cui la mattina ci si alza già stanchi e affaticati arriva la seconda fase che prevede l’incorrere di problemi interpersonali e a volte anche all’autoisolamento.

La capacità di autocontrollo di un individuo diminuisce di giorno in giorno, questo porta inevitabilmente all’aumento di arrabbiature per motivi trascurabili o immaginari, insomma senza senso.

Peggiorando le relazioni interpersonali si perde anche la possibilità di essere gratificati e di conforto che creano inevitabilmente dei buoni rapporti con il prossimo. Questo porta inevitabilmente a ridurre gli incontri con le altre persone trascurando anche i rapporti di amicizia e quelli familiari che sono fondamentali per il sostegno di una persona.

Queste situazioni a volte possono avvenire anche tra moglie e marito, portando due persone che vivono insieme a vivere separate nella stessa casa. La tendenza a chiudersi in se stessi e all’isolamento nei sintomi stress cresce molto rapidamente insieme al senso di stanchezza.

Lasciando fuori solo le forze necessarie a sopportare le giornate di lavoro e ogni minima difficoltà diventa invece un problema insolubile e molto difficoltoso da superare. Gli stress sintomi possono essere completamente distruttivi per una persona ecco perché è molto importante cercare di mantenere un equilibrio tra stato fisico e mentale.

Una buona idea è quella di ritagliarsi del tempo giornaliero per se stessi andando a modificare così lo status psicologico di una persona, la meditazione può essere un buon modo per iniziare la giornata e ritrovare il centro.

Sintomi da stress le turbe emotive

Le turbe emotive fanno parte della terza fase del distress ed è caratterizzata da una fase costante di irritabilità rispetto alla fase precedentemente spiegata. In questo caso l’aggressività non viene scatenata verso gli altri ma viene interiorizzata e questo porta l’inevitabile coinvolgimento di tutto l’organismo.

Porta un forte senso di insicurezza, confusione e l’incapacità fare scelte e prendere decisioni. In tutto ciò i rapporti sociali continua a deteriorarsi finché arriva un grave problema di incapacità a controllare le proprie emozioni.

Si tende a soffrire per la mancanza di equilibrio emotivo stabile, capendo l’importanza del problema ma continuati a sopportare un’alternanza di depressione ed esaltazione ingiustificata. L’instabilità emotiva condiziona anche l’efficienza sul lavoro provocando, a seconda dell’umore, alternando situazioni di ottima e pessima qualità.

A causa del logoramento psicologico alternato si finisce di conseguenza per perdere il controllo della propria vita. Questa sembrerà priva di scopi precisi e determinata dal caso che si sta vivendo, i pochi affetti che rimangono intorno alla persona affetta da stress sintomi piano piano tenderanno a scomparire e generano un senso di insoddisfazione.

La quarta fase del distress porta ad avere dei dolori fisici tramite i quali l’organismo tende a mandare un segnale di allarme. Questo porta inevitabilmente un senso di forza per uscire dalla fase di stress chiamata anche resistenza da stress.

Il primo sintomo fisico è la rigidità muscolare soprattutto nelle aree del collo, delle spalle e della fascia lombare, ma solitamente anche su tutto il viso. Di notte potrebbe anche verificarsi il digrignare dei denti nel sonno come se si volesse scaricare la lo stress tramite i denti.

Stress sintomi: le nostre conclusioni

Siamo ormai arrivati al termine del nostro articolo, e in definitiva possiamo dire che non esiste un modo per uscire dallo stress e da tutte le sue fasi, certo è che un corpo stressato si trova inevitabilmente in una condizione di pericolo.

Il lungo periodo di resistenza allo stress potrebbe portare inoltre verso la quinta e ultima fase di questa patologia. Cioè la variante cronica dello stress sintomi.

Quando un corpo è stressato da molto tempo arrivano dei danni invisibili accumulati per lungo tempo nell’organismo e si manifestano con delle malattie specifiche. Che vengono inoltre favorite da un indebolimento progressivo del sistema immunitario.

Possono quindi verificarsi raffreddori, influenze, ulcere, coliti, asma, vari difetti cardiovascolari e anche ipertensione. Anche se si dovesse trovare una sorta di equilibrio in tutto questo caos, si verifica uno squilibrio ormonale che può causare effetti catastrofici a causa di tutti gli stress sintomi.

Arrivati a questo punto del nostro articolo l’unica raccomandazione che ci sentiamo di farti è di stare attento a tutti gli stress sintomi e di cercare di trovare un equilibro nella tua vita, un buon modo per contrastare gli avvenimento è lo yoga e la meditazione.

Puoi trovare numerosi altri spunti all’interno del nostro blog o tramite le nostre pagine social costantemente aggiornate.

GabaMed – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €

Contattaci!