Psoriasi da stress: 4 consigli utili da leggere

Psoriasi da stress

Ciao e bentornato sul nostro blog, oggi parleremo di psoriasi da stress, ma in particolare vedremo anche psoriasi da stress rimedi naturali e vedremo anche quale potrebbe essere per la psoriasi da stress cura.

Andremo a vedere nel dettaglio la psoriasi da stress nervoso e psoriasi da stress sulle mani. Devi sapere che un dato molto interessante ci arriva dalle statistiche dell’ultimo anno, dove circa due milioni e mezzo di persone di tutte le età soffrono di psoriasi.

Altre ricerche hanno invece consolidato che ansia e stress possono essere due elementi che in determinate circostanze possono andare a peggiorare o scatenare la psoriasi da stress.

La psoriasi da stress nervoso e la psoriasi da stress sulle mani possono anche essere causa del disagio disagio estetico che determina questa patologia. E in un periodo delicato come quello che stiamo affrontando a causa della pandemia è del tutto comprensibile che i livelli di stress siano alti.

Ma andiamo un po’ più nel dettaglio per cercare di rispondere a tutte le domande che ti stai facendo perché, infondo, se sei qui è perché soffri di psoriasi da stress e stai cercando la psoriasi da stress cura.

Se la tua sia questa patologia o meno lo puoi capire molto semplicemente dalla comparsa di chiazze in rilievo sulla pelle, di colore rosso chiaro e ricoperte da squame bianche. La loro forma è tondeggiante e possono essere di diverse dimensioni che variano tra i pochi millimetri e oltre i dieci centimetri.

Spesso si presenta sui gomiti, le ginocchia e il cuoio capelluto, ma nei casi più gravi può comparire anche sulle unghie.

Psoriasi da stress sulle mani: quali sono le cause

Come abbiamo detto nel capitolo introduttivo la patologia è caratterizzata dalla comparsa di chiazza rosse in rilievo sulla pelle, ma le cause del perché questi “sfoghi” vengono fuori non ancora certa.

L’ipotesi che ci è andata più vicina crede che possa trattarsi di una malattia della pelle stessa, quello che in sostanza si sostiene è che ci sarebbe una eccessiva crescita, incontrollata della pelle. Questo porta all’arrossamento e all’infiammazione.

In alcuni casi si è potuto affermare che la psoriasi possa essere derivata da determinate condizioni genetiche. Infatti, se uno dei genitori è affetto da questa patologia, è altamente probabile che ne soffra anche il figlio; se invece lo hanno entrambi i genitori le probabilità salgono addirittura del 50 percento.

Ma in molti casi una persona si ammala di psoriasi da stress senza necessariamente avere una predisposizione genetica. Quindi i fattori potrebbero essere determinati da altro. Stiamo parlando proprio di quello che avevamo detto all’inizio, la psoriasi da stress nervoso.

Ma può anche essere provocato da ustioni, farmaci e stress fisico, oltre che causato da fattori psicologici, il fumo e l’abuso dell’alcool. Tra le cause può esserci anche un complesso di altri disturbi come per esempio le malattie infiammatorie intestinali, l’ipertensione, il colesterolo alto r molto altro.

Una cosa molto importante è riuscire a localizzare subito la psoriasi da stress in modo da poter intervenire nel momento opportuno ove possibile.

Psoriasi da stress nervoso: come inizia?

La psoriasi da stress come dice già la parola stessa può essere influenzata e non poco dallo stress sia di natura fisica che psicologica. Molte volte è stato osservato che molte volte questa patologia tende ad aggravarsi o presentarsi, nei casi in cui fosse latente, nelle persone predisposte entro i sei mesi dall’evento stressante.

Per cui se hai subito uno forte stress a gennaio per esempio la psoriasi potrebbe esplodere anche a giugno, senza nessuna distinzione di tempo. Si tratta infatti di una reazione della pelle, è come se gli anticorpi del nostro corpo attaccassero la nostra stessa pelle.

La psoriasi da stress nervoso può anche comparire o eventualmente peggiorare anche in seguito a dei traumi, che possono essere di natura chirurgica o tutte quelle situazioni in cui il tuo organismo viene debilitato. Questo infatti può avvenire anche in seguito a una cura farmacologica, o una cattiva alimentazione.

Ci sono poi ovviamente anche dei fattori che possono andare ad influenzare la comparsa della psoriasi e questo può accadere sia in un periodo di remissione che durante lo stato di latenza della patologia.

Senza fare ulteriore confusione andiamo nel successivo capitolo e vediamo se effettivamente la psoriasi da stress cura può essere una soluzione permanente o se la psoriasi da stress rimedi naturali riescono ad essere più efficaci.

Una cosa molto importante da fare è cercare di localizzare il prima possibile la psoriasi e subito dopo contattare il medico o il dermatologo, in modo da agire nel modo più opportuno e tempestivo possibile.

Psoriasi da stress: quali sono gli altri fattori scatenanti

Come abbiamo anticipato nel capitolo precedente i traumi, le ferite accidentali e le ferite chirurgiche può scatenare una reazione infiammatoria in tutte le persone che presentano una predisposizione.

Un’altra cosa curiosa da sapere è che non è un caso se la maggior parte delle volte la psoriasi si presenta sulle ginocchia o sui gomiti. Sono, infatti, le zone più colpite accidentalmente.

Sembra anche possibile che la frequenza dei traumi subiti possa essere determinante le so sviluppo di questa patologia. Infezioni come quelle da streptococco ma anche da virus come quelli dell’herpes.

Lo stress psicofisico è un altro motivo per il quale potrebbe presentarsi la psoriasi da stress. Infatti una destabilizzazione della sfera emotiva ma anche fisica potrebbero innescare il processo della psoriasi.

Le scottature solari posso essere responsabili di questa malattia e anche se i raggi UV rappresentano una delle terapie più efficaci per la cura della psoriasi è importante sempre non esagerare con l’abbronzatura.

Durante il periodo estivo molto spesso tutti i sintomi della psoriasi tendono a sparire, ma solo se ci si mette al sole per il tempo necessario all’esposizione dei raggi, in modo da far agire la vitamina D. Al contrario l’inverno tende sempre un po’ a peggiorare la situazione della psoriasi.

Come abbiamo precedentemente anticipato l’uso di fumo e l’abuso di alcool sono un fattore a rischio soprattutto quando la psoriasi è grave, l’alcool infatti bisogna ricordare che è un vaso dilatatore e potrebbe peggiorare tutta la condizione fisica.

Psoriasi da stress rimedi naturali: il decorso della patologia

La psoriasi in sostanza, senza spaventarti troppo è una malattia cronica della pelle. Nella vita delle persone si possono manifestare periodi in cui la patologia si attenua e quelli in cui si aggrava.

Per alcune persone affette da psoriasi la patologia non è altro che un lieve fastidio per altri invece rappresenta un vero e proprio problema compromettendo la qualità della vita stessa.

Non deve essere certo sottovalutata, perché può influenzare negativamente la salute emozionale andando a scatenare ansie per quanto riguarda l’aspetto fisico, portando in alcuni casi anche alla depressione.

Tutto questo fortunatamente non va ad incidere in alcun modo sul tasso di mortalità di chi ne è affetto. Ma può andare sicuramente ad incidere negativamente sulla salute emozionale , lo stesso Ministero della Salute ha riconosciuto la psoriasi come una malattia sociale.

Tra le psoriasi più comuni c’è la psoriasi volgare detta anche a placche. Solitamente arriva in età adulta ed interessa il cuoio capelluto, gomiti e ginocchia. Si presenta di solito con  che si ala comparsa di piccole lesioni che si allargano fino a diventare delle chiazze rosse ben definite e piene di squame.

Le squame quasi sempre sono di colore bianco, argento e molto spesso sono secche. Quello che molto spesso accade è che queste lesioni tendono a mantenere la loro massima estensione per lunghi periodi di tempo.

Danno prurito e tendono a desquamarsi spontaneamente e a volte basta grattare per toglierle, ma questa cosa qui non la devi mai fare assolutamente! Questo perché potrebbe avvenire una emorragia a puntini per la rottura dei capillari sottostanti.

Le macchie molto grandi possono confluire andando a colpire grandi zone del corpo come tronco e arti.

La psoriasi eruttiva o guttata

La psoriasi guttata è diversa dalla prima perché compare con delle piccole lesioni che assomigliano a delle gocce. Il suo nome deriva dal latino che vuol dire proprio gocce, sono solitamente rossastre tendenti alla desquamazione.

Questa rappresenta la forma di psoriasi a cui sono predisposti i bambini e gli adolescenti. Ma spesso prima di palesarsi avviene una faringotonsillite causata dallo streptococco, ma può manifestarsi anche su chi ha già sofferto di psoriasi a placche, quella di cui abbiamo parlato nel capitolo precedente.

Le lesioni possono comparire in modo improvviso ma fortunatamente scompaio dopo qualche settimana. La psoriasi guttata colpisce soprattutto il tronco, ma si estende anche sul viso, mani, piedi e cuoio capelluto.

Può manifestarsi in soggetti a cui è associato spesso un malessere generale come per esempio la diarrea, la febbre o il dolore alle articolazioni. Ci sono molti altre problematiche che possono essere collegate più in generale alla psoriasi e a tutti i disturbi che ne comporta.

Il nostro consiglio è quello di intervenire subito, infatti, come già detto solitamente chi ha la psoriasi è perché l’ha già avuta. Quindi è bene continuare con la terapia dell’ultima volta.

Ma se sei qui molto probabilmente è perché cerchi un rimedi alternativo e perché soffri di psoriasi da stress.

Andiamo adesso nel prossimo capito a vedere come poter curare questo fastidioso nemico che si cela sotto la psoriasi da stress.

Psoriasi da stress cura: quali trattamenti usare?

Ogni persona è a se infatti ogni persona necessita di una diagnosi e di un trattamento differente. Ogni terapia in questo caso specifico della psoriasi da stress è unico.

Non è possibile stabilire una cura perché tutto dipende da persona a persona. Infatti ciò che può essere di aiuto in un caso può essere completamente inutile per l’altro.

Ma andare da un medico in questi casi magari anche da un dermatologo non può certo fare male. In questo modo inoltre si potrà seguire un protocollo terapeutico per curare la psoriasi.

Nella maggior parte dei casi di psoriasi sono disponibili farmaci e terapie che possono aiutare ad evitare il peggioramento e mantengono sotto controllo la fase attiva dell’infiammazione che vanno di conseguenza a incidere i periodi di remissione.

Tutto quello che fino ad ora è stato studiato non riesce ancora a guarire del tutto dalla malattia. In casi rari però è anche successo che la malattia fosse scomparsa definitivamente da sola.

Se sei stato attento all’inizio del nostro articolo abbiamo detto che la psoriasi da stress è una malattia cronica. A causa di questo infatti, bisogna seguire una cura costante e regolare, come accade per molte altre malattie come per esempio il diabete e l’ipertensione.

Una cosa molto importante da fare anche dopo la guarigione sono i controlli. Sia per capire sul nascere eventuali complicazioni , sia per capire se il trattamento utilizzato ha fatto il suo beneficio o meno per capire come intervenire successivamente.

Psoriasi da stress le conclusioni finali

Siamo arrivati ormai al termine di questo articolo e ormai conosci tutti i sintomi della malattia. Ma sai anche come iniziare un approccio medico, in modo che tu sia pronto la prossima volta che dovesse ripresentarsi, cioè andare subito dal medico ed effettuare tutti gli accertamenti del tuo caso specifico.

Una cosa molto importante sono i tempi in cui si interviene, questo potrebbe essere causa di un peggioramento della malattia, in questo modo nessun medicinale potrebbe far effetto.

Ad ogni modo dei farmaci che esistono e che si possono prendere per andare ad intervenire in questo caso sulla psoriasi da stress sono i trattamenti topici, le terapie sistemiche orali e anche tradizionali.

Ma ci sono anche terapie biologiche e fototerapie con raggi ultra violetti. Tra i trattamenti topici invece ci sono delle creme, ma ti consigliamo di andare dal dermatologo per capire con quale terapia è meglio intervenire.

Una buona idea comunque sarebbe quella di evitare i saponi schiumogeni e troppo aggressivi, meglio utilizzare invece delle creme idratanti ed emollienti come per esempio l’olio di mandorla.

Anche degli antinfiammatori sono farmaci molto potenti in grado di andare ad agire sulle reazioni infiammatorie delle lesioni.

Se vuoi leggere altro su questo argomento ti invitiamo ad andare sul nostro blog oppure sui nostri canali social costantemente aggiornati.

GabaMed – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €

Contattaci!