Orticaria da stress: 6 cose che devi sapere

Orticaria da stress

Ciao e benvenuto su questo nuovo articolo, oggi parleremo dell’orticaria da stress. Questo purtroppo è un problema di cui soffrono moltissime persone, infatti, proprio per rivolgerci a un pubblico ampio abbiamo deciso di svelare tutti i segreti dell’orticaria da stress.

Andremo a vedere in questo blog post come è possibile curarla, ma anche orticaria da stress cibi da  evitare, parleremo dell’orticaria da  stress quanto dura ma anche orticaria da stress sintomi e infine orticaria da stress rimedi naturali.

Insomma vedremo un po’ a tutto tondo tutto quello che c’è da sapere sull’orticaria da stress e le sue varie comparse.

L’orticaria da stress è un’eruzione cutanea che si presenta con delle lesioni solide, rosse e molto pruriginose. I pomfi possono essere localizzati o diffusi su tutto il corpo a livello superficiale e possono anche essere associati a reazioni edematose del tessuto sottocutaneo cutaneo.

Nella maggior parte dei casi l’orticaria da stress dura meno di due mesi ma un’eruzione cutanea può durare per un tempo superiore portando alla forma cronica di questo disturbo. Come dice la parola stessa l’orticaria può essere causata da numerosi avvenimenti e tra questi ci sono anche le alterazioni allergiche, le punture di insetto, gli stress emotivi, il troppo esercizio fisico ma anche dalle rigide temperature.

In molti casi inoltre non è richiesto intervenire in quanto l’eruzione molto spesso tende a scomparire da sola in pochi giorni. Se il prurito e il gonfiore della lesione dovessero aumentare ed essere insopportabili, un valido aiuto potrebbe arrivare dagli antistaminici.

Ma in casi più gravi dove si presenta orticaria da stress allora possono essere richiesti anche dei farmaci corticosteroidi orali.

Orticaria da stress sintomi e cause

All’interno della patogenesi dell’orticaria si può ritrovare una massiccia liberazione di istamina attraverso i mastociti che sono le cellule che svolgono un ruolo fondamentale nel sistema immunitario con conseguente reazione infiammatoria.

L’orticaria da stress può essere acuta quindi temporanea o cronica quindi duratura e recidiva. Si chiama orticaria perché deriva dal latino Urtica (ortica) e i suoi sintomi sono caratterizzati come abbiamo già detto da prurito e lesioni che ricordano proprio una pelle che è stata a contatto con l’ortica.

Le foglie di questa pianta presentano una sostanza che ha un’azione revulsiva ed è irritante per la pelle e tra i peli della foglia dell’ortica ci sono dei tricomi che formano piccoli eritemi che danno prurito e intorpidimento.

L’orticaria da stress si manifesta quando uno stimolo provoca una reazione all’interno del sistema immunitario. Lo stress e l’ansia sono due di questi fattori, non è ormai un segreto che lo stress va ad abbassare le difese immunitarie e di conseguenza potrebbe portare la comparsa dell’orticaria da stress.

Questo stress infatti va a causare la dilatazione dei vasi sanguigni che portano ad un rigonfiamento dovuto al travaso di fluidi e proteine nei tessuti. Le tumefazioni formatesi saranno poi persistenti fino al completo riassorbimento dei liquidi interstiziali nelle cellule circostanti.

Il processo che da origine all’orticaria può rappresentare il risultato di una reazione allergica ma anche da una grande fonte di stress. La differenza delle due sta nel meccanismo di rilascio dell’istamina.

Orticaria da stress quanto dura e come esplode

I mediatori chimici responsabili dell’orticaria da stress possono essere svariati e  le sostanze come l’istamina vengono rilasciate per diversi motivi.

La reazione allergica avviene in seguito all’esposizione ad un allergene. In questo caso l’istamina e le altre sostanze infiammatorie vengono rilasciate dai mastociti che vengono attivati nella pelle e nei tessuti.

Questo induce, inoltre, ad un aumento della permeabilità vascolare che porta ad un rigonfiamento cutaneo localizzato. Ma l’istamina e le altre sostanze vengono rilasciate anche dai basofili e altre cellule coinvolte nel sistema immunitario, ma queste solitamente fanno questo solo nei casi di orticaria da stress cronica.

L’esposizione al freddo o al calore possono portare infezioni, in questo caso le eruzioni cutanee che si manifestano avranno un peggioramento e rappresentano a volte delle complicante quando si ha una malattia infettiva.

In alcuni alimenti o farmaci ci sono delle sostanze chimiche possono causare diversi meccanismi come per esempio fungere da allergene-anticorpo e induco la degranulazione dei mastociti. Infatti alcuni medicinali possono indurre il rilascio di istamina dalle immunoglobuline.

L’orticaria indotta da alcuni farmaci come per esempio morfina, codeina e mezzi a contrasto possono portare alla formazione di leucotrieni. Le reazioni non allergiche agli alimenti possono essere provocate da salicilati nella frutta, ma anche da conservanti e altri additivi alimentari.

Ma andiamo adesso a vedere quali cibi è meglio evitare quando si soffre di orticaria da stress e vedere come si può tentare di risolvere e ovviare a questo problema.

Orticaria da stress cibi da evitare quali sono?

Anche se l’orticaria da stress è causata, come dice la parola stessa, dallo stress ed è un disturbo pruriginoso. Alcuni studi hanno recentemente confermato che una dieta antistaminica, quindi a basso contenuto di istamina, può portare ad una forte riduzione dei sintomi associati all’orticaria da stress.

Tra i cibi da evitare a causa dei lo ro alti livelli di istamina troviamo:

  • Le carni conservate come per esempio i salumi, le salsicce, i wurstel.
  • I formaggi in generale.
  • Le melanzane, i pomodori e gli spinaci.
  • L’alcool in ogni sua forma.
  • I cibi fermentati, ma anche il fast food e il cibo spazzatura.
  • Tutto il pesce in scatola, congelato e affumicato, compreso il tonno, le acciughe e le sardine.
  • Alcuni condimenti come peperoncino in polvere, cannella, chiodi di garofano e aceto.

Tuttavia esistono anche degli alimenti che contribuiscono alla formazione di istamina direttamente nel nostro organismo come per esempio:

  • Gli agrumi.
  • Le noccioline.
  • Il tè e alcuni conservanti.
  • Gli albumi delle uova e additivi del cibo.
  • Ma anche alcuni medicinali, come per esempio l’aspirina e tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei.

Una volta elencato tutto quello che non dovresti assumere se soffri di orticaria da stress andiamo a vedere nel prossimo capitolo cosa invece potresti mangiare e assumere per cercare di alleviare e aiutare il tuo corpo dall’interno. Questo potrebbe anche essere un valido aiuto per chi soffre di orticaria da stress cronica.

Il problema ricorda sempre che sono i livelli di istamina nel sangue.

Orticaria da stress rimedi naturali: i cibi che dovresti mangiare

I cibi che stiamo per elencarti sono a basso contenuto di istamina che come abbiamo ampiamente visto è il problema principale. Infatti l’assunzione di questi cibi può contribuire a ridurre l’orticaria da stress.

Comunque i cibi che dovresti integrare nella tua dieta alimentare sono:

  • La maggior parte delle verdure, tranne quelle che ti abbiamo detto prima.
  • Le mele e le pere come frutti.
  • La carne fresca.
  • Il pane, la pasta e il riso.
  • Latticini che non siano formaggi o yogurt.
  • Alcune varietà di pesce fresco come per esempio salmone, merluzzo e trota.

Per aiutarti con una dieta sana e bilanciata puoi sempre richiedere aiuto a un nutrizionista che sarà pronto a modificare il tuo piano alimentare per giovare di tutti i benefici che l’alimentazione può portare al tuo corpo.

Ma aiutarsi riducendo le fonti di stress può essere un ottimo aiuto per alleviare l’orticaria da stress andando ad agire direttamente sull’eruzione cutanea.

Una delle prime accortezze da avere è quella di non andare ad utilizzare nessun prodotto sul corpo che possa andare a peggiorare l’infiammazione e il prurito. Evitare anche di usare saponi che hanno molte sostanze sintetiche e tossiche per l’organismo.

Un buon alleato in questo caso arriva da prodotti naturali che sono privi di fragranze sintetiche. Come per esempio un gel a base di aloe vera che inoltre è considerato il miglior rimedio per l’orticaria da stress.

Nel prossimo paragrafo vedremo perché.

Orticaria da stress: l’uso dell’aloe vera

Come abbiamo detto in precedenza l’uso di un gel a base di aloe vera può dare dei notevoli effetti benefici alla zona intaccata dall’orticaria da stress. In questo caso basta applicare sulla zona l’aloe e vedere come quest’ultima riesca ad eliminare il rossore, il prurito e l’infiammazione crazie alle sue proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie.

Inoltre, la presenza di glucomannani, il gel di aloe vera favorisce tutto il processo di guarigione.

Un altro trattamento naturale che può essere fatto per alleviare tutti i sintomi dell’orticaria è fare un bagno rilassante con la farina di avena. Basterà aggiungere all’interno di un calzino o di una garza  una o due tazze di avena cruda.

Per far scorrere tutti i benefici dell’avena all’interno della vasca da bagno mettere il sacchetto precedentemente preparato sotto l’acqua corrente. L’avena inoltre devi sapere che è nota per le sue proprietà di calmare le infiammazioni della pelle, grazie all’alto livello di acido salicilico che contiene.

Preparare un bagno con la farina di avena per calmare l’orticaria da stress può essere un valido aiuto sia per i grandi che per i più piccoli. L’unica accortezza da avere è l’acqua calda, che non deve essere ne troppo fredda e nemmeno troppo calda. Il giusto sarà sufficiente.

Questo perché come abbiamo visto all’inizi del nostro articolo anche le temperature possono andare ad influire sull’orticaria di qualsiasi genere che sia da stress o meno.

Conoscevi l’amamelide? Andiamo a vedere nel prossimo capitolo come anche quest’altra sostanza naturale può andare ad agire sul tuo corpo.

Orticaria da stress gli ultimi rimedi naturali

L’amamelide è un liquido naturale cicatrizzante, ma ha delle spiccate capacità antiossidanti e astringenti che risultano molto utili nella cura dell’orticaria da stress. Infatti tamponare questo liquido direttamente sulle zone toccate dall’orticaria può aiutare a calmare l’infiammazione e il prurito.

Anche la quercetina può essere di grande aiuto. Questa sostanza è un antistaminico naturale e antinfiammatorio, alcuni studi in provetta hanno rivelato che questa sostanza impedisce alle cellule immunitarie di rilasciare istamina.

Che come abbiamo visto numerose volte sono la causa e i responsabili delle reazioni allergiche che portano successivamente all’orticaria. Inoltre sempre dalla ricerca emerge che la quercetina è molto utile anche nel contrasto di allergie allo stesso modo dei farmaci prescritti dal medico.

Il consulto in questo caso è sempre d’obbligo infatti, non bisogna mai fare una autodiagnosi a meno che tu non sia un medico.

Inoltre andare a mischiare diversi prodotti all’interno del nostro organismo non è mai una valida e consigliata idea, quindi prima di prendere alla lettera tutto quello che trovi scritto, anche in questo articolo, cerca sempre il parere del medico che deve essere fondamentale.

L’orticaria da stress ovviamente come dice la parola stessa deriva da situazioni che portano il nostro corpo al limite e ridurre la causa dello stress potrebbe migliorare drasticamente tutta la sintomatologia associata ad essa.

Infatti nei periodi di forte stress viene messo sotto attacco tutto il corpo che si sente sempre stanco compreso il sistema immunitario che ne risentirà inevitabilmente.

Orticaria da stress: le conclusioni finali

Siamo ormai arrivati al termine di questo articolo e ormai dovresti aver capito che la prima cosa da fare quando si presenta l’orticaria da stress è andare a eliminare o attenuare le fonti stressanti.

Se il tuo stress è causato da una situazione familiare cerca di trovare un accordo nelle discordie, parlare e cercare un confronto pacifico può essere un ottimo modo per alleggerirti le spalle. Se invece lo stress arriva da una fonte lavorativa, allora prova ad allontanarti dall’ufficio per qualche ora cerca di ritrovare il tuo centro e successivamente riprendi il discorso che avevi lasciato.

Essere succubi dello stress può portare non solo l’orticaria da stress ma anche dermatiti e altre problematiche legato e non al derma. Infatti si possono presentare anche problemi allo stomaco e insonnia.

Il corpo solitamente risponde allo stress liberando elevate quantità di istamina per cercare di respingere la fonte di malessere, che in questo caso specifico deriva dallo stress.

Ma il rilascio di istamina non va ad eliminare lo stress di conseguenza arriva l’orticaria da stress che non è altro che un messaggio del tuo corpo che ti invita al rilassamento. Ci sono inoltre moltissime alternative valide per l’eliminazione dello stress in maniera naturale come per esempio lo yoga o la meditazione mindfulness.

Se hai altre curiosità che devono essere soddisfatte sull’argomento puoi andare sul nostro blog e trovare molti spunti interessanti, in alternativa puoi seguirci sulle nostre pagine social che sono costantemente aggiornate.

GabaMed – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €

Contattaci!